Eh, signori, un romanzo è uno specchio che uno porta lungo una strada. Ora riflette l'azzurro dei cieli, ora il fango dei pantani. E voi accuserete d'immoralità l'uomo che porta lo specchio nella sua gerla? Il suo specchio mostra il fango, e voi accusate lo specchio! Accusate piuttosto il pantano, e più ancora l'ispettore stradale che lascia stagnare l'acqua e formarsi il pantano.
- Il Rosso e il Nero, Stendhal

Il giardino degli aranci - Il mondo di nebbia, Ilaria Pasqua - recensione

Il giardino degli aranci - Il mondo di nebbia, Ilaria Pasqua - recensione

41fjJCDW3OL._SX334_BO1,204,203,200_ Buona sera lettori! Oggi vi parlo finalmente di Il mondo di nebbia di Ilaria Pasqua, il primo della trilogia Il giardino degli aranci. Ringazio di cuore Nativi Digitali Edizioni per avermi inviato l'ebook di questo libro.

Il Mondo di Nebbia, dove Aria e il fidato amico Henry vivono e frequentano un liceo come tanti altri ragazzi, nasconde dei segreti inquietanti, come incubi che prendono forma e sono in qualche modo collegati ai Cinque Sacerdoti, misteriosi individui che controllano la città.
Aria non è però una ragazza come tutte le altre: in quel mondo ha la sensazione di “girare a vuoto”, e dentro di sé sospetta che dietro ai suoi incubi ci siano verità dimenticate… sarà l’incontro con Will, che come lei sembra frustrato e insoddisfatto da quella realtà, a rivelarle che tutto quello in cui credeva prima è nient’altro che un’illusione. Qual è la verità dietro quel mondo? Chi sono i Cinque? E in che modo Aria ha il potere di cambiare tutto?



Innanzitutto devo ammettere che, prima di trovare per caso questo libro nel catalogo della Nativi Digitali Edizioni, non avevo mai sentito parlare di quest'autrice né di questa trilogia; però appena ho visto la copertina di questo libro sono rimasta incantata e, una volta letta anche la trama, non vedevo l'ora di poterlo divorare!

Non sono rimasta per niente delusa, anzi sono rimasta incantata, meravigliata e mi sono maledetta per non aver letto prima questo libro ed è per questo che non vedevo l'ora di recensirlo e condividerlo con voi!

La storia narrata è davvero molto intrigante; tutto è avvolto nel mistero tanto che, a volte, persino io non riuscivo a capire alcuni passaggi della vicenda e questo mi infastidiva molto, ma, andando avanti con la lettura, ogni cosa diventava più chiara ed era come se stessi rimettendo insieme i pezzi di un puzzle. Mi sentivo talmente coinvolta che ogni tanto pensavo di trovarmi davvero nel libro e di star vivendo io le avventure di Aria.

Non riuscivo a staccarmi dallo schermo per quanto ero curiosa di sapere come la vicenda andasse avanti, tanto che, appena avevo un momento libero durante la giornata, anche se solo cinque minuti, proseguivo con la lettura.

Il libro, però, tratta anche argomenti come l'amicizia, tanto che Aria è sempre accompagnata dal suo fedele migliore amico Henry; il rapporto genitori-figli e di quanto questo possa risultare complicato, soprattutto durante l'adolescenza (Aria, infatti, è un'adolescente); di amore e, infine, del ricordo e di quanto sia doloroso perdere qualcuno di caro e dover convinvere accettando quest'assenza.

C'è però una cosa che non ho apprezzato, cioè l'eccessiva lunghezza dei capitoli che, molto spesso, mi costringeva a dover interrompere la lettura pur non avendo terminato il capitolo (e io odio lasciare la lettura incompleta).

Quindi, se state cercando qualcosa di coinvolgente, misterioso e che vi tenga sulle spine, vi consiglio vivamente questo libro (di cui peraltro ho odiato il finale perché mi ha lasciata "in sospeso" invogliandomi a leggere assolutamente gli altri due libri della saga. Spero di farlo il prima possibile!).

Fatemi sapere nei commenti se lo conoscevate già o se vi ha fatto venir voglia di leggerlo!

Per la prima volta Will vide Dan in difficoltà, non era mai capitato che si trovasse nella posizione di non sapere cosa dire. Aveva sempre avuto la risposta pronta. Will ne fu scosso. "Certo che hai un caratterino tu..." Poi smise di ridere e la fissò con profonda attenzione negli occhi, come non aveva guardato mai nessun'altra. Sembrava volerla comprendere subito e a fondo, colpito da un'improvvisa urgenza, come quella che lo prendeva quando aveva un ritratto in mente e dovesse fermarlo sulla tela, il prima possibile, prima che somparisse del tutto dalla coscienza.
 
Voto finale: 8,5
firma

2 commenti:

  1. Ciao che bel blog, ti ho trovata grazie all'intervista di Silvia, sono felice di conoscere un'altra blogger che come me ama Cime Tempestose di Emily Bronte, adoro la forza che ha conferito ad ogni parola. Lo trovo davvero uno dei libri più intensi che siano mai stati scritti quindi eccomi qui, felice di conoscerti! <3 Mi unisco ai lettori fissi e se ti va di passare da me sei sempre la benvenuta, mi farebbe piacere ^_^

    RispondiElimina
  2. ciao, nuova follower! Qui la mia ultima recensione: https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2017/10/recensione-serie-immortali-alyson-noel_17.html


    se ti va dacci un occhio, ti aspetto da me come lettrice fissa e trovi il blog anche su instagram come: ioamoilibrieleserietv

    grazie

    RispondiElimina

Powered by Blogger.